sabato 28 dicembre 2013

La bellezza secondo Dove e la reazione della rete


Negli ultimi anni il marchio Dove ha realizzato vari spot che hanno attirato l’attenzione del pubblico, diventando molto apprezzati e virali in pochissimo tempo.

Un noto esempio è quello di  “Evolution”, la campagna per la Bellezza Autentica: un video virale per denunciare la standardizzazione dei canoni di bellezza occidentali e le conseguenti insicurezze che ne derivano.



Attraverso il video venivano illustrati gli step della trasformazione di una donna da normale a perfetta (finta) per una prima pagina.

Quest’anno la Dove ha colpito ancora nel segno realizzando una pubblicità commuovente: “Real Beauty Sketches”. 


Un ritrattista forense è stato commissionato per ritrarre delle donne comuni in base alla descrizione che loro facevano di sé stesse e, in un secondo momento, lo stesso ritratto veniva realizzato in base all'identikit descritto da persone con cui erano state in contatto poco prima.
Lo spot si poneva come obiettivo quello di dimostrare come l'ipercriticismo con cui ci valutiamo, spesso non corrisponde alla visione che gli altri hanno di noi.


Si tratta di campagne  che mettono al centro il bisogno del consumatore, azioni di marketing basate sulle emozioni.

Allo stesso tempo è necessario considerare anche l’altra faccia della medaglia, ossia le molteplici critiche e parodie realizzate e postate sulla rete, anche queste molto amate e cliccate:

Evolution – Men



Real Beauty Sketches - Men





Edited by Serena Aiello (M4U -  Team Formazione & Segretaria)

Nessun commento:

Posta un commento